Musica Italiana

Tango Romano

( Canta: Ettore Petrolini )
( Autori: E. Petrolini - A. Burli - 1930 )



Ettore Petrolini (nato a Roma il 13/01/1884, morto a Roma il 29/06/1936) è stato un attore e drammaturgo italiano, specializzato nel genere comico. È considerato uno dei massimi esponenti di quelle forme di spettacolo a lungo considerate come teatro minore, termine con il quale si identificavano il teatro di varietà, la rivista e l'avanspettacolo. Viene ricordato l'atteggiamento sbeffeggiante verso la dittatura che portò il grande attore, in occasione della medaglia che Mussolini gli volle conferire, a pronunciare l'immortale ringraziamento: "E io me ne fregio!". La sua importanza nel panorama del teatro italiano è oggi pienamente riconosciuta. Riassumendo in sé l'attore e l'autore, Petrolini ha inventato un repertorio ed una maniera che hanno profondamente influenzato il teatro comico italiano del Novecento.


Tango romano, scherzo
o scemenzuola musicale
di Ettore Petrolini
con la complicità
del Maestro Angelo Burli.

Però il Maestro è un angelo
di nome e pur di fatto che
quando suona il piano
par che non burli affatto.
Eh! Eh!


La primavera,
che fa bene ar core,
dura un momento
e fugge de cariera.

Ma sì c'avessi
un friccico d'amore,
pè me sarebbe
sempre primavera.

Perchè l'amore,
sì è bello come te,
fa nasce anche d'inverno
le rose e le pansè.

Sì tu m'amassi,
fiore de gioventù,
sarebbe un sogno d'oro
che nun finisce più.

Sì tu m'amassi,
fiore de gioventù,
sarebbe un sogno d'oro
che nun finisce più.