Musica Italiana

Souvenir d'Italie

( Canta: Fausto Cigliano )
( Autori: L. Luttazzi - Scarnicci - Tarabusi - 1955 )

Questa canzone mi è stata inviata dal mio caro amico italiano Franco Cacciafesta

Originale parzialmente in dialetto napoletano In italiano corrente

Ti lascio paese dei sogni,
paese d'amore,
e porto con me questo piccolo
tuo souvenir.

È solo una bianca conchiglia
con l'eco del mare
che dice all'orecchio sommessa
"Non devi partir".

Io parto, ma lascio il mio cuore
sul Vomero e a Marechiaro,
e sogno quest'ultima
splendida notte d'amor.

Dimme tu, addò stà, dimme tu,
souvenir d'Italie.
Ch'aggi' 'a fa p' 'a truvà, dimme tu,
souvenir d'Italie.

Ma pecchè nun me fa cchiù durmì,
solo tu m' 'o può di'.
Se n'è gghiuta accussì e me lassa partì,
souvenir, souvenir d'Italie.

Dimme tu, addò stà, dimme tu,
souvenir d'Italie.
Ch'aggi' 'a fa p' 'a truvà, dimme tu,
souvenir d'Italie.

Ma pecchè nun me fa cchiù durmì,
solo tu m' 'o può di'.
Se n'è gghiuta accussì e me lassa partì,
souvenir, souvenir d'Italie.

 

Ti lascio paese dei sogni,
paese d'amore,
e porto con me questo piccolo
tuo souvenir.

È solo una bianca conchiglia
con l'eco del mare
che dice all'orecchio sommessa
"Non devi partir".

Io parto, ma lascio il mio cuore
sul Vomero e a Marechiaro,
e sogno quest'ultima
splendida notte d'amor.

Dimmi tu, dov'é, dimmi tu,
souvenir d'Italie.
Cosa debbo fare per trovarla, dimmi tu,
souvenir d'Italie.

Ma perchè non mi fà più dormire,
solo tu me lo puoi dire.
Se ne è andata così e mi lascia partire,
souvenir, souvenir d'Italie.

Dimmi tu, dov'é, dime tu,
souvenir d'Italie.
Cosa debbo fare per trovarla, dimmi tu,
souvenir d'Italie.

Ma perchè non mi fà più dormire,
solo tu me lo puoi dire.
Se ne è andata così e mi lascia partire,
souvenir, souvenir d'Italie.