Musica Italiana

Singapore

( Cantano: I Nuovi Angeli )
( Autori: R. Pareti - R. Vecchioni - 1972 )


Singapore,
vado a Singapore,
benedette e care signore.

Singapore,
vado a Singapore,
che mania di fare all'amore.

Qui finisce che
non riesco più
nemmeno a dormire.

Fiume Giallo,
giù nel Fiume Giallo,
via di qui, lasciatemi stare.

Singapore,
vado a Singapore,
benedette e care signore.

Da domani chiudo
e m'inbarco
con il primo vapore.

Eh, "Beri-Beri" fa da scacciapensieri,
ne ho passati di mari,
ne ho raccolti di fiori.

Chi mi dice che
son buone le pere,
dopo un anno di pere dirà:

Singapore,
vado a Singapore,
vi saluto belle signore.

Singapore,
vado a Singapore,
e vi lascio al vostro dolore.

Io non ce la faccio
a guardarvi,
mi si spezza il cuore.

Eh, "Beri-Beri" fa da scacciapensieri,
ne ho passati di mari,
ne ho raccolti di fiori.

Chi mi dice che
son buone le pere,
dopo un anno di pere dirà:

Singapore,
vado a Singapore,
vi saluto belle signore.

Singapore,
vado a Singapore,
e vi lascio al vostro dolore.

Io non ce la faccio
a guardarvi,
mi si spezza il cuore.

Ve lo devo
confessare,
è stato un vero piacere.

Singapore,
vado a Singapore,
vi saluto belle signore.

Singapore,
vado a Singapore,
e vi lascio al vostro dolore.

Io non ce la faccio
a guardarvi,
mi si spezza il cuore.

Singapore,
vado a Singapore,
vi assicuro, è stato un piacere.

Singapore,
vado a Singapore,
vi saluto belle signore.