Musica Italiana

Silenzio Cantatore

( Canta: Il Tenore Salvatore Polcaro )
( Autori: Bovio - Lama - 1922 )

Originale in dialetto napoletano In italiano corrente

Zitta,
stanotte nun dicere niente,
cádeme 'mbraccia, ma senza parlá.
Dòrmono 'e ccose nu suonno lucente,
nu suonno 'e na notte d'está.

Marí',
dint' 'o silenzio,
silenzio cantator,
nun te dico parole d'ammore,
ma t' 'e ddice stu mare pe' me!

Dimme, stanotte si' tutta d''a mia?
Ll'uocchie tuoje belle
mme diceno 'e sí.
No, cu 'sta luna, nisciuna bucía
sta vócca buciarda pò ddí!

Marí',
dint' 'o silenzio,
silenzio cantator,
nun te dico parole d'ammore,
ma t' 'e ddice stu mare pe' me!

Nun te dico parole d'ammore,
ma t' 'e ddice stu mare pe' me!

Zitta, Marí' !


Zitta,
stanotte non dire niente,
cadimi in braccio, ma senza parlare.
Dormono le cose un sonno lucente,
un sonno di una notte d'estate.

Maria,
in questo silenzio,
silenzio cantatore,
non ti dico parole d'amore,
ma te le dice questo mare per me!

Dimmi, stanotte sei tutta mia?
Gli occhi tuoi belli
mi dicono di si.
No, con questa luna, nessuna bugia
questa bocca bugiarda può dire!

Maria,
in questo silenzio,
silenzio cantatore,
non ti dico parole d'amore,
ma te le dice questo mare per me!

Non ti dico parole d'amore,
ma te le dice questo mare per me!

Zitta, Maria !