Musica Italiana

Serenatella sperduta

( Canta: Carlo Buti )
( Autore: Enzo Bonfanti - 1938 )


Canto col pianto nella gola,
canto per chi non m'ama pi,
una serenatella sola,
perch chi mi consola,
senza una parola, sei soltanto tu.

Serenatella mia sperduta al vento
quanta malinconia c' nel mio canto,
potessi anch'io volare in un momento,
vorrei baciarla e dirle:
"T'amo tanto".

Serenatella mia, serenatella,
c' nella mia vita chi si trastulla
e dietro ai vetri d'una finestrella
c', del mio amor,
chi non se ne fa nulla.

Suona chitarra mia d'amore,
suona, non farmi sospirar
come colei che non ha un cuore
e in questo nuovo albore
ride al mio dolore mentre sto a cantar.

Serenatella mia sperduta al vento
quanta malinconia c' nel mio canto,
potessi anch'io volare in un momento,
vorrei baciarla e dirle:
"T'amo tanto".

Serenatella mia, serenatella,
c' nella mia vita chi si trastulla
e dietro ai vetri d'una finestrella
c', del mio amor,
chi non se ne fa nulla.

E dietro ai vetri d'una finestrella
c', del mio amor,
chi non se ne fa nulla