Musica Italiana

Scétate

( Canta: Peppino di Capri )
( Autori: F. Russo - M. P. Costa - 1887 )

Originale in dialetto napoletano In italiano corrente

Si duorme o si nun duorme
bella mia,
siente pe' nu mumento
chesta voce.

Chi te vò' bene assaje
sta 'mmiez'â via
pe' te cantá
na canzuncella doce.

Ma staje durmenno,
nun te si' scetata,
sti ffenestelle
nun se vonno apri'.

È nu ricamo
'sta mandulinata,
scétate bella mia,
cchiù nun durmí!

Tu, certo, a chesto
nun ce penzarraje,
ma tu nasciste
pe' mm'affatturá.

È nu ricamo
'sta mandulinata,
scétate bella mia,
cchiù nun durmí!


Se dormi o se non dormi
bella mia,
ascolta per un momento
questa voce.

Chi ti vuol bene assai
sta in mezzo alla strada
per cantarti
una canzoncina dolce.

Ma stai dormento,
non ti sei svegliata,
queste finestrelle
non si voglioni aprire.

È un ricamo
questa mandolinata,
svegliati bella mia,
non dormire più!

Tu, certo, a questo
non ci penserai,
ma tu sei nata
per conquistarmi.

È un ricamo
questa mandolinata,
svegliati bella mia,
non dormire più!