Musica Italiana

Sabato pomeriggio

( Canta: Claudio Baglioni )
( Autori: C. Baglioni - A. Coggio - 1975 )
( Conosciuta anche come: Passerotto )


Passerotto non andare via.
Nei tuoi occhi
il sole muore già.
Scusa se la colpa
è un poco mia,
se non so tenerti ancora qua.

Ma cosa è stato di un amore
che asciugava il mare,
che voleva vivere, volare,
che toglieva il fiato
ed è ferito ormai.
Non andar via.

Ti prego passerotto non andare via.
Senza i tuoi capricci
che farò.
Ogni cosa basta
che sia tua,
con il cuore a pezzi cercherò.

Ma cosa è stato di quel tempo
che sfidava il vento,
che faceva fremere,
gridare contro il cielo.
Non lasciarmi solo, no,
non andar via, non andar via.

Senza te morirei,
senza te scoppierei,
senza te brucerei
tutti i sogni miei.
Solo senza di te che farei,
senza te, senza te, senza te.

Sabato pian piano se ne va,
passerotto ma che senso ha.
Non ti ricordi, migravamo come due gabbiani,
ci amavamo e le tue mani da tenere, da scaldare.
Passerotto no,
non andar via, non andar via.

Senza te morirei,
senza te scoppierei,
senza te brucerei
tutti i sogni miei.
Solo senza di te che farei,
senza te, senza te, senza te.

Solo senza di te che farei,
senza te.