Musica Italiana

Nevicava a Roma

( Canta: Renato Rascel )
( Autori: Beretta - Del Prete - Negri - Verdecchia - 1970 )


Mi sembrava impossibile
e perfino incredibile,
eppure questo sogno
si avverò.

Nevicava a Roma
e la gente si chiedeva: Ma cos’è?
Questa neve a Roma fa impazzire
li romani come me.

Ogni statua nuda si ammalò,
l’arco di ogni ponte si imbiancò
e lo spruzzo d’ogni fontanella
un ghiacciolo diventò.

Era tutto un pizzo straordinario
il Gianicolo per me,
quando tra milioni di farfalle
tutte bianche ho visto te, proprio te.

Nevicava a Roma e fortuna
quella neve mi portò da te.
Era tanto freddo il tuo cuore
ma il mio lo riscaldò.

Nevicava all’imbrunire,
quanti baci a non finire
ed il nostro abbraccio
la statua dell’amore diventò.

Nevicava a Roma
e la gente si chiedeva: Ma cos’è?
Questa neve a Roma fa impazzire
li romani come te.


Era tanto freddo il tuo cuore
ma il mio lo riscaldò.

Nevicava all’imbrunire,
quanti baci a non finire
e quel nostro abbraccio
la statua dell’amore diventò.

Nevicava a Roma.
Nevicava a Roma.
Si vestì di bianco
il nostro amor