Musica Italiana

'Napule canta

( Canta: Bruno Venturini )
( Autori: Bovio - E. Murolo - E. Tagliaferri - 1915 )

Questa canzone mi è stata inviata dalla cara amica Carmela Caporrino

Originale in dialetto napoletano In italiano corrente

Pusílleco se stènne,
quase stracquato 'ncopp''o mare d'oro
comm'a nu ninno ca se vò' addurmí.
Dint''o silenzio, lenta, 'a notte scenne,
passa na varca e canta 'o marenaro:
"Scétate ammore, comme puó' durmí!".

Chitarre e manduline,
stanotte 'o core mio ve vò' sentí.
Chella ca mme vò' bene,
dint'a sti ssere, comme pò durmí
si tutta quanta Napule,
'nterra Pusílleco vène a cantá.

Lùceno 'e lume a mare,
ll'èvera 'e mare addora e cu st'addore
se jénche ll'aria e cchiù addurosa 'a fa.
Sbáttono 'nfacci'a 'e scoglie ll'onne chiare,
suspírano 'e ciardine: "E' primmavera"
Ll'ammore passa, ride e se ne va.

Chitarre e manduline,
stanotte 'o core mio ve vò' sentí.
Chella ca mme vò' bene,
dint'a sti ssere, comme pò durmí,
si tutta quanta Napule,
'nterra Pusílleco, vène a cantá.

Napule bella mia,
terra d'ammore, lacreme e canzone,
che suonno d'oro ca nce faje sunná!
'Ncòre nce miette na malincunía,
na freva tu nce miette dint''e vvéne
pecché nce vuó' fá chiagnere e cantá.

Si tutta quanta Napule,
'nterra Pusílleco, vène a cantá!

 

Posillipo si stende,
quasi stravaccato sul mare d'oro
come um bambino che vuol dormire.
Nel silenzio, lenta la notte scende,
passa una barca e canta il marinaio:
"Svegliati amore, come puoi dormire!".

Chitarre e mandolini,
stanotte il cuore mio vi vuol sentire.
Colei che mi vuol bene,
in sere come questa, come può dormire
se tutta quanta Napoli,
in terra di Posillipo viene a cantare.

Brillano i lumi in mare,
le alghe profumano e di questo profumo
si riempie l'aria e più profumata diventa.
Sbattono sugli scogli le onde chiare,
sospírano i giardini: "È' primavera"
L'amore passa, ride e se ne va.

Chitarre e mandolini,
stanotte il cuore mio vi vuol sentire.
Colei che mi vuol bene,
in sere come questa, come può dormire
se tutta quanta Napoli,
in terra di Posillipo viene a cantare.

Napoli bella mia,
terra d'amore, lacrime e canzoni,
che sogni dorati ci fai sognare!
Nel cuore ci metti una malinconia,
una febbre tu ci metti nelle vene
perchè vuoi farci piangere e cantare.

Se tutta quanta Napoli,
in terra di Posillipo viene a cantare!