Musica Italiana

Luna Caprese

( Canta: Aurelio Fierro )
( Autori: Cesareo - Ricciardi - 1953 )

Originale in dialetto napoletano In italiano corrente

Ohéee!
Cu' me cantate 'sta canzone
vuje ca suffrite 'e ppene de ll'ammore.
Capre, ve pò 'ncantá cu na parola.

Só accumparute 'e stelle a primma sera,
tutta Tragára luce 'mmiez'ô mare,
na fascia 'argiento sott''e Faragliune
e nu mistero 'int'a 'sta notte chiara.

Notte 'e silenzio, e i' mo chesta canzone
cantá vulesse a chi mm'ha affatturato.

Tu, luna luna tu, luna Caprese,
ca faje sunná ll'ammore a 'e 'nnammurate,
adduorme a nénna mia ca sta scetata
e falla 'nnammurá cu na buscía.

Tu, luna luna tu, luna busciarda,
famme passá sti ppene 'e gelusia
e fa' ca nénna fosse tutt''a mia.
Tu, luna luna tu, luna Caprese.

Tu, luna luna tu, luna busciarda,
famme passá sti ppene 'e gelusia
e fa' ca nénna fosse tutt''a mia.
Tu, luna luna tu, luna caprese!


Ohéee!
Con me cantate questa canzone
voi che soffrite le pene dell'amore.
Capri, vi può incantare con una parola.

Sono comparse le stelle a prima sera,
tutta Tragára luccica in mezzo al mare,
una fascia d'argento sotto i Faraglioni
e un mistero in questa notte chiara.

Notte di silenzio, e io adesso questa canzone
vorrei cantare a chi mi ha ammaliato.

Tu, luna luna tu, luna Caprese,
che fai sognare l'amore alle innammorate,
fai dormire la bella mia che è sveglia
e falla innamorare con una bugia.

Tu, luna luna tu, luna bugiarda,
fammi passare queste pene di gelosia
e fai che lei sia tutta mia.
Tu, luna luna tu, luna Caprese.

Tu, luna luna tu, luna bugiarda,
fammi passare queste pene di gelosia
e fai che lei sia tutta mia.
Tu, luna luna tu, luna Caprese!