Musica Italiana

L'Arca di Noè

( Canta: Sergio Endrigo )
( Autore: Sergio Endrigo - 1970 )

Ringrazio il mio caro amico Giovanni per avermi inviato questa bella canzone con la quale Sergio Endrigo, in anticipo sui tempi, mostra di possedere una notevole sensibilità ecologica. Utilizzando metafore suggestive, ci presenta un mondo distrutto dagli uomini e dal progresso tecnologico, suggerendo nel contempo una bucolica ricerca di serenità.


Un volo di gabbiani telecomandati
e una spiaggia di conchiglie morte.
Nella notte una stella d'acciaio
confonde il marinaio.

Strisce bianche nel cielo azzurro
per incantare e far sognare i bambini.
La luna è piena di bandiere senza vento.
Che fatica essere uomini!

Partirà, la nave partirà,
dove arriverà, questo non si sa.
Sarà come l'Arca di Noè,
il cane, il gatto, io e te.

Un toro è disteso sulla sabbia
e il suo cuore perde kerosene.
A ogni curva un cavallo di latta
distrugge il cavaliere.

Terra e mare, polvere bianca,
una città si è perduta nel deserto.
La casa è vuota, non aspetta più nessuno.
Che fatica essere uomini!

Partirà, la nave partirà,
dove arriverà, questo non si sa.
Sarà come l'Arca di Noè,
il cane, il gatto, io e te.

Partirà, la nave partirà,
dove arriverà, questo non si sa.
Sarà come l'Arca di Noè,
il cane, il gatto, io e te.

Partirà, la nave partirà,
dove arriverà, questo non si sa.
Sarà come l'Arca di Noè,
il cane, il gatto, io e te.

Partirà, la nave partirà,
dove arriverà, questo non si sa.
Sarà come l'Arca di Noè,
il cane, il gatto, io e te.