Musica Italiana

La mia donna si chiama desiderio

( Canta: Renato Rascel )
( Autore: Gorni Kramer - 1954 )


La mia donna si chiama desiderio,
desiderio d'una donna che non ho,
che m'appare come in un delirio
e scompare sussurrando "no".

La mia donna si chiama desiderio
e m'aspetta al crocevia dell'irrealtà.
Ogni notte è sempre là, nell'oscurità,
poi con l'alba se ne va.

Tu sei la mia dannazione,
l'incantesimo d'amor.
Tu tentazione,
tu speranza, tu dolor.

La mia donna si chiama desiderio,
desiderio d'una donna che non ho,
d'una donna che pasṣ e mi sussurṛ
eternamente "no".

La mia donna si chiama desiderio,
desiderio d'una donna che non ho,
d'una donna che pasṣ e mi sussurṛ
eternamente "no".