Musica Italiana

Giovanna mia

( Canta: Alda Zaponi & Camilo Zaponi )
( Autore del testo: Bruno Versari - 1944 )
( Canto della Resistenza Partigiana onosciuto anche come: Stoppa e Vanna )
( Riadattazione della musica composta da Iginio Buzzacchi per la canzone "Olandesina" del 1928 )

La cittadina di Santa Sofia è situata nel cuore della Romagna (Provincia di Forlì-Cesena). Come molti altri centri italiani, durante la Seconda Guerra Mondiale ha sofferto il passaggio della guerra e diede un grande contributo umano al movimento dei volontari partigiani che combattevano sui monti e morivano per la libertà. Uno di queti partigiani fu appunto mio zio (allora 24enne) Guido Buscarini, detto Stoppa, che morì in battaglia il giorno 5 febbraio 1944 durante l'assalto alla Caserma di Premilcuore. Egli fu il primo caduto della Brigata Garibaldi e la sua morte sollevò un'ondata di emozione tanto grande tra gli abitanti di Santa Sofia, che il poeta locale Bruno Versari, allora appena diciottenne, compose questa canzone in sua memoria. Ho sempre ritenuto che egli fosse il compositore sia della musica che dei versi, ma in realtà soltanto oggi, dopo ben 66 anni, ho scoperto che egli parafrasò i versi del noto canto popolare "Olandesina", composta nel 1928 ed utilizzò la stessa melodia (gli interessati possono trovare questa canzone in questo sito interpretata da Adriano Valle). Con appena 10 anni di età io vivevo appunto a Santa Sofia nella casa di mia zia Caterina Buscarini, sorella del caduto Stoppa, per cui con profonda emozione ho vissuto quei tristi momenti ed ho memorizzato la canzone che è rimasta viva nella mia mente e nel mio cuore fino ad oggi. Ora ho deciso pertanto di rendere omaggio alla memoria di mio zio Stoppa pubblicando nel mio sito questa canzone che i miei cari amici ed artisti brasiliani Alda e Camilo Zaponi hanno brillantemente interpretato senza disporre dello spartito ma seguendo solo le indicazioni che ho fornito loro. Notate come i versi siano grandemente impreziositi dal tipico accento di chi, come loro, non conosce l'idioma italiano. Bravissimi e grazie di cuore, amici cari!! Con affetto dal vostro amico Pino - 18/09/2010.


Santa Sofia, paese degli amori,
viveva Vanna, fanciulla deliziosa,
aveva gli occhi profondi ed azzurrini
e amava Stoppa, il suo bel partigian.

Ma un triste giorno egli dovè partire,
lassù in montagna a caccia ai traditori,
ella piangendo l'accompagnò sul monte
e lui dal monte la salutò così:

Giovanna mia, mia fanciulla divina,
Giovanna mia, appartieni al mio cuor,
tu sarai sempre la più dolce bambina
di questo cuor, Giovanna mia!

Fece ritorno la Brigata un giorno,
sulla bandiera c'era un vessillo nero,
tra i partigiani che fecero ritorno
Stoppa non c'era, ahimè, non c'era più.

Disse a Giovanna un partigiano in pianto:
"Stoppa riposa lassù in cima a quel monte".
Ella piangendo sentì mancarle il cuore
e nel suo dolore sentì cantar così:

Giovanna mia, mia fanciulla divina,
Giovanna mia, appartieni al mio cuor,
tu sarai sempre la più dolce bambina
di questo cuor, Giovanna mia!

Tu sarai sempre la più dolce bambina
di questo cuor, Giovanna mia