Musica Italiana

Fischia il vento

( Cantano: I Gufi )
( Autori: Isakovski - F. Cascione - 1944 )
( Canto della Resistenza Partigiana )
( Ispirato al canto popolare russo " Katiuscia " )


Fischia il vento, urla la bufera,
scarpe rotte eppur bisogna andar,
conquistare la nostra primavera
dove sorge il sol dell'avvenir.
Conquistare la nostra primavera
dove sorge il sol dell'avvenir.

Ogni contrada patria del ribelle,
ogni donna a lui dona un sospir,
nella notte lo guidano le stelle,
forte il cuor e il braccio nel colpir.
Nella notte lo guidano le stelle,
forte il cuor e il braccio nel colpir.

Se ci coglie la crudele morte,
dura vendetta verr dal partigian,
ormai sicura gi la dura sorte
contro il vile che noi ricerchiam.
Ormai sicura gi la dura sorte
contro il vile che noi ricerchiam.

Cessa il vento, calma la bufera,
torna a casa il fiero partigian,
sventolando la rossa sua bandiera,
vittoriosi, al fin liberi siam.
Sventolando la rossa sua bandiera,
vittoriosi, al fin liberi siam!