Musica Italiana

E vanno

( Canta: Luciano Tajoli )
( Autori: N. Godini - A. Natili - 1948 )

Questa canzone è dedicata ai milioni di italiani che, durante le ultime tre decadi del 1800 e le prime tre del 1900, spinti dalla miseria, furono costretti ad emigrare verso terre sconosciute con il pianto nel cuore ma con l'intima speranza di dare un degno futuro ai propri figli. Erano, sono e resteranno sempre "I Nostri Eroi!".


Stasera il mare,
mentre bagna l'estremo lembo della mia Terra,
è grigio come il cielo,
come la nave che parte.

Uomini, donne,
vecchi, bambini
vanno incontro alla sorte
per non morir.

E vanno,
tanto lontano vanno,
cosa faranno, se torneranno,
nessun lo sa.

Negli occhi
hanno un velo di pianto,
l'ansia e il tormento
mentre la nave va.

Laggiù nella stiva profonda,
spossati dai vuoti dell'onda,
vive ognuno il suo dramma.
Hanno tutti un ricordo, tutti abbiamo una mamma.

E vanno,
tanto lontano vanno,
cosa faranno, se torneranno,
nessun lo sa.

Anche se un giorno
nella terra straniera nasce la nuova casa,
che nostalgia nel cuore
per questa Terra lontana.

Lacrime amare,
sogni, sospiri
per spezzar la catena
e ritornare.

E vanno,
tanto lontano vanno,
hanno un velo di pianto
mentre la nave va