Musica Italiana

E la barca tornò sola

( Canta: Renato Carosone )
( Autori: Fiorelli - M. Ruccione - 1954 )


E la barca tornò sola.
Sola, sola.

E a me che me ne importa.
E a me che me ne importa.
E a me che me ne importa.
E a me che me ne importa.


Erano tre fratelli pescatori,
con una mamma nera,
ed una barca bianca
e con tre cuori ancora da creatura.

E a me che me ne importa.
E a me che me ne importa.
E a me che me ne importa.
E a me che me ne importa.


Il mare urlava cupo quella sera
e il legno della incognita straniera
cercava aiuto in tutto quell'orrore.
Chi rischierà la vita per salvare
la bionda forestiera. Chi sarà.

Chi sarà. Mah!
Mare crudele.
Mare crudele.
Mare crudele.


Mare, mare crudele,
come puoi cantare
nelle notti scure
quando piange il cuore.

Mare, se di un amore
soffocasti in gola
l'ultima speranza,
l'ultima parola.

Mare crudele.
Mare crudele.
Mare crudele.
Mare crudele.


E la barca tornò sola.

E la barca tornò sola.
E a me che me ne importa.
E a me che me ne importa.
E a me che me ne importa.