Musica Italiana

Due teste sul cuscino

( Canta: Aurelio Fierro )
( Autori: Rendine - Testoni - 1956 )


A tarda notte un sogno m'ha svegliato.
Ero solo e sperduto
per strade sconosciute,
e l'angoscia m'ha fatto risvegliar.

Ho acceso il lume
e allora io v'ho guardato,
v'ho parlato e baciato,
ancora non mi stanco di guardar.

Due teste sul cuscino,
il mio bambino e tu,
addormentati insieme,
accanto a me.

Io chiedo al mio destino
di non lasciarvi più,
di stare sempre uniti,
tutti e tre.

Ma se la vita
ci dovesse separare,
questa immagine d'amor
non potrò dimenticare, è nel mio cuor.

Due teste sul cuscino,
il mio bambino e tu,
il quadro d'un amore
che non muor.

Ma se la vita
ci dovesse separare,
questa immagine d'amor
non potrò dimenticare, è nel mio cuor.

Due teste sul cuscino,
il mio bambino e tu,
il quadro d'un amore
che non muor.

È questo il solo, vero, grande amor