Musica Italiana

Desiderio 'e sole

( Canta: Franco Ricci )
( Autori: T. Manlio - M. Gigante - 1952 )

Originale in dialetto napoletano In italiano corrente

E comm' scuro 'o cielo 'e stu paese,
'e nnuvole cchi nere stanno cc,
'A primmavera nosta n'ata cosa,
chi sta luntano nun s''a p scurd.

'O sole, bello 'o sole
ca vne, t'accarezza e se ne va.
Ammore, ammore mio,
'sta pecundra mm'astregne 'o core.

Sentesse maje pe' ll'aria na canzone,
sentesse maje na voce ca v' bene,
Ammore, ammore mio,
p''a nustalga io mme ne moro.

Spuntasse maje nu sciore a stu paese!
Che desiderio 'e sole
ca spacca 'e pprete
e 'nfca tutt''e ccase!

Ammore, ammore mio,
p''a nustalga io mme ne moro.

Spuntasse maje nu sciore a stu paese!
Che desiderio 'e sole
ca spacca 'e pprete
e 'nfca tutt''e ccase!


E come scuro il cielo di questo paese,
le nuvole pi nere stanno qu.
La primavera nostra un'altra cosa,
chi sta lontano non la pu scordare.

Il sole, bello il sole
che viene, ti accarezza e se ne va.
Amore, amore mio,
questa solitudine mi stringe il cuore.

Sentissi mai nell'aria una canzone,
sentissi mai una voce che vuol bene.
Amore, amore mio,
per la nostalgia, io muoio.

Spuntasse mai un fiore in questo paese!
Che desiderio di sole
che spacca le pietre
e infuoca tutte le case!

Amore, amoren mio,
per la nostalgia, io muoio.

Spuntasse mai un fiore in questo paese!
Che desiderio di sole
che spacca le pietre
e infuoca tutte le case!