Musica Italiana

Core analfabeta

( Canta: Antonio de Curtis (Totò) )
( Autore: Antonio de Curtis - 1955 )
( Dal film "Siamo uomini o caporali" diretto da Camillo Mastrocinque )



Totò (Nato a Napoli il 15/02/1898 - Deceduto a Roma il 15/04/1967) è il nome d'arte di Antonio, Focas, Flavio, Angelo, Ducas, Comneno, De Curtis, di Bisanzio, Gagliardi, più noto come Antonio De Curtis o semplicemente Totò. Egli è stato un attore, compositore e poeta italiano, era soprannominato "il principe della risata" ed è considerato uno dei più grandi interpreti nella storia del teatro e del cinema italiano. Totò spaziò in tutti i generi teatrali con oltre 50 titoli, dal variété all'avanspettacolo ed alla grande rivista, passando per il cinema, con 97 film interpretati dal 1937 al 1967 e visti da oltre 270 milioni di spettatori (un primato nella storia del cinema italiano). Fu presente anche in televisione con una serie di 9 telefilm diretti da Daniele D'Anza, poco prima della sua scomparsa.

Originale in dialetto napoletano In italiano corrente

Stu core analfabeta
tu lle purtato a scola
e s'è mparato a scrivere
e s'è mparato a lleggere
sultanto 'na parola
"Ammore" e niente cchiù.

Ammore,
ammore mio si tu,
femmena amata.
Passione,
passione ca' sta vita
daie calore.

Quanno te vaso a vocca avvellutata,
chistu velluto m'accarezza 'o core,
stu core ca tu, pa' mano, lle purtato a scola,
e s'è mparato a scrivere,
e s'è mparato a leggere
"Ammore" e niente cchiù!


Questo cuore analfabeta
tu l'hai portato a scuola
ed ha imparato a scrivere
ed ha imparato a leggere
soltanto una parola
"Amore" e niente più.

Amore,
amore mio sei tu,
donna amata.
Passione,
passione che a questa vita
dai calore.

Quando ti bacio la bocca vellutata,
questo velluto mi accarezza il cuore,
questo cuore che tu, per mano, l'hai portato a scuola,
ed ha imparato a scrivere,
ed ha imparato a leggere
"Amore" e niente più!