Musica Italiana

Cin-Cin con gli occhiali

( Canta: Herbert Pagani )
( Autori: H. Pagani - E. Bennato - 1968 )


Ragazzina chi sei
tu che arrivi alle sei
e ti siedi davanti al tramonto?
E perchè vieni qui
sola, sola così
e ti fermi mezz'ora soltanto?

Tu amici non hai,
a ballare non vai,
né a passeggio con gli altri nei viali.
Dai, confessalo, dai,
il complesso che hai,
tu sei una che porta gli occhiali.

Ragazzina, non sai
che quei vetri che hai
un'arietta straniera ti danno.
Sembri inglese anche tu
e le inglesi quaggiù
vanno tanto di moda quest'anno.

Ridi, ridi se vuoi,
ma sia detto fra noi,
io le altre le trovo banali.
Ho un segreto pur'io,
sono miope anch'io,
dai, facciamo Cin-Cin con gli occhiali.

Cin-Cin, dai, noi siamo speciali,
portiamo gli occhiali,
dai, vieni con noi.
Cin-Cin, dai, il mondo è di tutti,
dei belli e dei brutti,
è nostro se vuoi.

Prova a togliere un po'
quegli occhiali che hai
e vedrai tutto un mondo a colori.
E persino sui tram
le più brutte reclame
sembreranno dei mazzi di fiori.

Ragazzina, lo sai,
dietro i vetri che hai
c'è uno sguardo che mette le ali.
Se un sorriso mi fai
ed un bacio mi dai
noi faremo Cin-Cin con gli occhiali.

Cin-Cin, dai, noi siamo speciali,
portiamo gli occhiali,
dai, vieni con noi.
Cin-Cin, dai, il mondo è di tutti,
dei belli e dei brutti,
è nostro se vuoi.

Cin-Cin, dai, noi siamo speciali,
portiamo gli occhiali,
dai, vieni con noi.
Cin-Cin, dai, il mondo è di tutti,
dei belli e dei brutti,
è nostro se vuoi.

Cin-Cin, dai, noi siamo speciali,
portiamo gli occhiali,
dai, vieni con noi.
Cin-Cin ..........