Musica Italiana

Canzone di Roma

( Canta: Nicola Paone )
( Autore: Nicola Paone - 1950 )

Originale in mezzo dialetto romanesco

Cocchiere!
Ma chi è?

Son io che chiamo, qui, fammi il favore,
in carozzella Roma vo' vedere.
Tant'anni che ci manco e questo cuore
non creder che si senta forestiero.

Seppur, parlando la lingua italiana,
mi scappa qualche frase americana,
non ridere, ti prego, sai perchè?
Sono italiano tale e quale a te.

E voglio vede Roma quanto è bella,
che più s'invecchia e più bella si fa.
Annamo, vai, vie', con questa carrozzella,
all right, okay, comincia a camminar.

Poi quando andrò in America,
ti debbo raccontar,
che di Roma e come Roma,
un'altra al mondo non ci sta!

Poi quando andrò in America,
ti debbo raccontar,
che di Roma e come Roma,
un'altra al mondo non ci sta!

No, cocchiere, no, annamo oh!

Cocchiere, come emigrante a Roma son venuto,
ti voglio bene e questo m'ha portato,
la grazia del Signore ho ricevuto.
Povero emigrante fortunato!

Dal Papa voglio la Benedizione,
e mi protegga la mia Religione.
Anzi, cocchiere, questo ti dirò,
che ad ogni costo la difenderò.

E voglio vede Roma quanto è bella,
che più s'invecchia e più bella si fa.
Annamo, vai, vie', che questa carrozzella,
all right, okay, comincia a camminar.

Poi quando andrò in America,
ti debbo raccontar,
che di Roma e come Roma,
un'altra al mondo non ci sta!

Poi quando andrò in America,
ti debbo raccontar,
che di Roma e come Roma,
un'altra al mondo non ci sta!

No, cocchiere. Annamo oh