Musica Italiana

A Vucchella

( Canta: Sergio Bruni )
( Autori: G. D'Annunzio - F. P. Tosti - 1892 )

Originale e simpatica l'origine e la nascita di questa canzone che è una delle piu note nel panorama della melodia partenopea. Essa nacque da una scommessa fra Gabriele D'Annunzio e l'amico Ferdinando Russo che era giá autore di note canzoni napoletane. Siamo nel lontano 1892, Ferdinando Russo sfida D'Annunzio a scrivere una canzone in dialetto napoletano, ed il celebre poeta raccoglie la sfida e scrive "'A Vucchella". Russo la conservò fino al 1904 quando la consegnò al maestro Francesco Paolo Tosti perchè la musicasse. La canzone fu pubblicata dalla Ricordi di Milano con la data di quando fu composta: il 1892. Il successo fu enorme.

Originale in dialetto napoletano In italiano corrente

Si' comm'a nu sciurillo,
tu tiene na vucchella
nu poco, pucurillo,
appassuliatella.
Méh, dammillo, dammillo,
è comm'a na rusella,
dammillo nu vasillo,
dammillo, Cannetella.

Dammillo
e pigliatillo
nu vaso piccerillo.
Nu vaso piccerillo
comm'a chesta vucchella
ca' pare na rusella,
nu poco, pucurillo,
appassuliatella.

Si, tu tiene na vucchella
nu poco, pucurillo,
appassuliatella.


Sei come un fiorellino,
tu hai una boccuccia
un poco, pochino,
appassitella.
Dai, dammelo, dammelo,
è come una rosellina,
dammelo un bacino
dammelo, Cannetella.

Dammelo
e prendilo
un bacio piccolino.
Un bacio piccolino
come questa boccuccia
che pare una rosellina
un poco, pochino,
appassitella.

Si, tu hai una boccuccia
un poco, pochino,
appassitella.