Musica Italiana

Arlecchino gitano

( Canta: Dalida )
( Autori: Giraud - Trojac - 1961 )
( Titolo originale: L'Arlequin de Tolede )
( Non sono riuscito a scoprire l'autore del testo italiano )


Quando un vibrar di chitarra accorata e bizzara,
nasce cercando la luna che risplende serena,
un Arlecchino gitano arriva da lontano
e canta la serenata ai sogni di Granada.

╚ primavera lÓ nell'Estremadura,
sboccia la giovent¨ che per˛ non dura,
triste Ŕ l'autunno, giÓ viene con la sera,
meglio perci˛ baciar ogni bocca che puoi trovar.

Quell'Arlecchino gitano che arriv˛ da lontano,
desta un vibrar di chitara accorata e bizzara,
e sotto un raggio di luna rivede Colombina
che ascolta la serenata di un Pierrot di Granada.

╚ primavera lÓ nell'Estremadura,
lei lo lasci˛ perchÚ mai l'amore dura,
e quando lo baci˛ non fu mai sincera,
meglio dimenticar, alla bianca luna cantar.

Quando un vibrar di chitarra accorata e bizzara,
nasce cercando la luna che risplende serena,
un Arlecchino gitano arriva da lontano
e canta la serenata ai sogni di Granada.

╚ primavera ancor nell'Estremadura,
egli ha vent'anni, il cuore non si dispera,
certo una bocca ancor troverÓ sincera
che gli farÓ scordar chi lo volle un giorno lasciar.